Una bbs (Bulletin Board System) altro non è che un normalissimo computer dotato di un software particolare che, collegato a un modem, resta in attesa di chiamate dall’esterno e che è “gestito” da un sysop (System Operator). Prima di continuare faccio una curiosa puntualizzazione: alcuni usano l’articolo maschile (il bbs), mentre io preferisco usare quello femminile (la bbs, appunto). Non che sia un fattore determinante per comprenderne il funzionamento, ma potrete trovare persone che si riferiscono a questa “cosa” in entrambi i modi.

La procedura di collegamento a una bbs è per certi versi simile a quella utilizzata per collegarsi a Internet: si deve comporre un numero telefonico e avere uno username e una password. Generalmente lo username è costituito dal proprio nome e cognome (già, perché in Fidonet, tranne alcune eccezioni, si usa la propria identità), mentre la password viene scelta al primo collegamento.

rete fidonet bbs e sysop telematica amatoriale

Per chiamare una bbs di solito si usano dei programmi specifici, i cosiddetti programmi di comunicazione o emulatori di terminale. Del software in generale, però, si parlerà nella sezione apposita. Dopo aver composto il numero e aver stabilito la connessione la prima domanda che viene posta è proprio quella del nome e cognome; il software dall’altra parte controlla che il nominativo sia presente nel database degli utenti e nel caso non lo fosse invita il neo-utente a digitare una password a scelta.

Una volta entrati nella bbs (in particolar modo se è la prima volta) non si ha una grande libertà di movimento; infatti generalmente esistono diversi “livelli” da attraversare per “fare carriera” in questo particolare ambito della telematica. A mano a mano che si aumenta di livello crescono le libertà di movimento all’interno della bbs. Come fare per aumentare di livello? Guadagnarsi rispetto e considerazione attraverso la messaggistica oppure contribuire al “parco file” della bbs inviandone un certo quantitativo (o anche entrambe le possibilità).

Questo apre la via al discorso delle aree che, ovviamente, ha una sua sezione in cui è trattato in maniera più approfondita. Sfortunatamente, non è possibile a parole rendersi conto di che cos’è una bbs, della realtà che le è propria e del lavoro che c’è dietro; la cosa migliore è provare e quindi “toccare con mano” questo particolare e al contempo affascinante ambiente.

Dal momento poi che, almeno in linea di massima, ci si collega a una bbs della propria città, provincia o regione (soprattutto per coloro i quali abitano in piccoli centri) uno dei punti di forza è quello di far incontrare persone nuove con cui confrontarsi e dialogare (non solo di computer!); inoltre, una vera e propria caratteristica del mondo delle bbs è l’organizzazione di serate in pizzeria e/o birreria, favorendo così l’instaurazione di rapporti sociali “veri”.